Flottiglia Omnia Sail per l'estate 2017

Itinerari tra le isole della Grecia Ionica

Spiagga del grano

UNA PLACIDA ESTATE IN BARCA

Ad Agosto e Settembre, ci troveremo a navigare come ormai da molto tempo tra una manciata di isole verdi e piene di sorprese che riecheggiano storia e vita passata. Lefkada, Cefalonia, Itaka e le loro sorelle minori, bagnate da acqua placide ed azzurre, un paradiso per la navigazione e l'esplorazione a bordo di una barca a vela.

Oltre alla bellezza di isole e coste, la particolarità dell'arcipelago delle Isole Ionie è la vicinanza tra porticcioli e baie delle diverse destinazioni, e il mare sempre relativamente calmo, poichè le isole stesse formano un grande ridosso che permette di veleggiare e godersi appieno il mare sempre estremamente pulito.

Carta grafica Isole Ionie

I dieci giorni di vacanza a bordo, ci permettono di girovagare tra i posti più belli ed anche di scegliere con l'equipaggio questa o quella meta, a seconda si voglia veleggiare o magari riposarsi in qualche baia spesso solitaria.

Si percorrono infatti solitamente distanze comprese tra le otto e le quindici miglia, impiegando a seconda delle condizioni meteo e del vento due o tre ore per arrivare in un posto sempre diverso.

Le isole della Grecia IonicaUna tipica navigazione per quegli ospiti che non siano mai stati in passato in questa zona, puo interessare il Canale tra Itaka e Cefalonia, con le sue splendide baie che si susseguono una dopo l'altra con una sosta per passare la prima notte; il giorno seguente si risale a nord di Itaka, bagni e sole sulla spiaggia di sabbia impalpabile e pranzo nelle cale situate a nord, per navigare poi verso sera alla volta della meravigliosa Fiskardo.

Poi a seconda di quanto si decide da parte dell'equipaggio a bordo, il giorno successivo si punta o su Lefkada, a Vassiliki o a Sivota, oppure più a nord in una delle decine di lunghi fiordi di Meganisi.

Si scende poi verso Kalamos, non prima di aver visitato l'isola privata di Skorpios, che è appartenuta ad Onassisi, dormendo davanti al paese abbandonato di Porto Leone o nel piccolo porticciolo dell'isola, cenando in riva al mare ad una taverna sulla spiaggia dei mulini. Ancora una nuova giornata per scoprire le insenature e piccole spiagge di Kastos, isola quasi deserta, e si puo' scegliere se restare li' oppure cercare posto nel minuscolo porticciolo di fronte alle due taverne. Il mattino successivo si punta verso la mitica Itaka, raggiungendo verso il tramonto il suo porto interno  di Vathi. La giornata successiva la si passa ancora navigando intorno all'isola per scoprire magari l'isolotto disabitato di Atokos con le sue tre baie da cartolina, oppure i delfini che nuotano davanti alle spiagge vicino a Poros.
Quando ci si ferma nei porticcioli, e' piacevole la sera cenare nelle taverne, dove con una spesa in genere contenuta sotto ai 12 euro al massimo a persona, si mangia ottima carne alla brace e i tipici piatti greci, quali la mussaka, o il polipo in aceto o alla griglia. Se invece si passa la serata e la notte in baia si cena sotto le stelle in pozzetto, aspettando il sorgere della luna per godere della pace e della bellezza di questi luoghi.

 

Rada a Kastos

Come arrivare e i due principali porti di imbarco:
Lefkada e Sami a Cefalonia

Greek Flag

 

Le Isole Ioniche sono raggiungibili dall'Italia in aereo o in traghetto, ed in questo caso si può decidere se lasciare o meno l'auto a casa.

 

Il traghetto permette di arrivare direttamente sul luogo dell'imbarco, ed è più economico se non si prenotano i voli aerei con le Compagnie charter con ampio anticipo. Offre inoltre la possibilità di passare la notte in cabina, arrivando riposati in Grecia.

Collegamenti regolari da Ancona, Ravenna, Bari e Brindisi, scendendo ad Igoumenitsa, sulla costa alle spalle di Corfù, oppure direttamente a Sami, sull'isola di Cefalonia, dove facciamo tappa regolare per imbarcare ospiti ed amici che giungono dall'Italia.

Inoltre lo stesso traghetto, facendo scalo a Patrasso, sul Peloponneso, rendefacillisimo arrivare anche quando navigiamo in quella zona, cioè a sud delle Ionie lungo il Peloponneso occidentale e verso le Cicladi.

 

Baia Sami

 

Se si porta l'auto, si puo' sbarcare ad Igoumenitsa e in un ora e mezza di strada si è a Lefkada città, dove si parcheggia e si sale in barca, o arrivando a Sami si parcheggia l'auto appena sbarcati e si sale in barca. In entrambi i casi il viaggio in traghetto, partendo da Bari o Brindisi, si svolge preferibilmente la notte, e la mattina successiva ci si trova pronti per iniziare una bellissima vacanza.


Con l'aereo si può utilizzare il nuovo collegamento diretto da Pisa ad Argostoli sull'Isola di Cefalonia, per poi spostarsi in venti minuti sempre all'imbarco a Sami, od in alternativa con la Compagnia Bluexpress, i collegamenti da Roma Fiumicino ad Aktio - Preveza, a 15 minuti da Lefkada città.

 

 

 

L'arcipelago delle Isole Ionie

Viene anche chiamato Eptaneso, cioè formato da sette isole, le più grandi sono da nord Corfù, Paxi, e poi il gruppo dove navighiamo durante l'estate, Lefkada, Cefalonia, Itaka, Zacinto. Citera invece si trova alla fine del lato occidentale del Peloponneso. Sono vicinissime tra loro, a due ore di navigazione massimo, eppure diverse per tradizioni e ambiente ed anche per gente e cultura che negli anni si è stabilita sul loro splendido territorio.

 

Il faro di Mitika

 

Circondate da altre decine di isole minori, ma forse ancora più belle perchè in qualche caso selvagge o scarsamente abitate, rappresentano per noi che amiamo il mare pulito e la terra verde, una manciata di gioielli, con vegetazione di ulivi sin sulle spiagge e pini appena a qualche centinaio di metri dalla riva, incastonati in un mare blu turchino.
Tutte presentano il lato occidentale che guarda verso lo Ionio, con spiagge bianche o dorate di sabbia finissima, e subito scogliere o montagne anche molto alte. Al contrario il lato protetto, verso la costa continentale della Grecia è caratterizzato da susseguirsi di baie, anse e vallate verdi e rigogliose.

Il gruppo di Lefkada, Itaka, Cefalonia, e l'altra dozzina di Isole più piccole, tra cui la famosa Skorpios, la residenza di Onassis o la fantastica Meganisi, offrono una situazione ideale per divertisi tra mare e vento, e la possibilità di poter sempre veleggiare. I venti in estate soffiano generalmente da Nord, più raramente da Sud, con intensità media di 10 - 12 nodi, ed il mare protetto dal continente e dalle isole non forma mai onda importante. Una situazione ideale e divertente per navigare in barca a vela.

Kastos

 

Informazioni Vacanze in Grecia

Stefano Pugliese - +39.347.6675947

responsabile tecnico - organizzazione

stefano@omniasail.com

 

Informazioni - assistenza Clienti assistenza@omniasail.com